12 maggio 2014

iNobiettivo: Ruba bandiera -2° parte

La rubrica giovane e irriverente di Nicolò Battaglia

Topone Vitaldent in Piazzetta Municipale, Ferrara
Fabiagio un po’ ci aveva preso gusto ad andare a vedere le gare del Palio.

Ora che aveva deciso di rovinarle poi. C’era tutto un altro sapore nell’aria.

Quel sabato sera iniziavano le gare musici e sbandieratori, ma non sarebbero mai arrivate al termine.
Aspettava l’entrata delle contrade in piazza municipale, assiepato assieme a mezza città sullo scalone del municipio. Era andato presto per trovare il posticino migliore dal quale godersi lo spettacolo.


I giudici erano già seduti ai loro posti. Penne alla mano, occhi in allerta, divise impeccabili e quell’aria solenne di chi sa che ti ha in pugno.

Ma era Fabiagio ad avere in pugno loro.

Popolo nostro de Ferraria….” Erano già tutti schierati mentre quel babbaleo parlava strano.
Poi un boato.

I giudici tranquilli aspettavano severi e bevevano dalle bottigliette d’acqua appoggiate davanti a loro, sul tavolo.

Non sapevano che quelle bottiglie le aveva messe lì Fabiagio, travestito da topone della Vitaldent… non prima di averle riempite una ad una di Guttalax.

Un attacco sincronizzato di squaraus della potenza di uno tsunami colpì gli intestini dei poveri giudici, che poco prima dell’inizio del primo esercizio, iniziarono a correre da tutte le parti alla ricerca di un bagno che potesse ospitarli per i successivi due giorni.

“Ma non è possibile!!” urlò lo speaker al microfono.

Gare rimandate.

Fabiagio non era mai stato così felice.

Ed era solo a metà dell’opera….


Racconto originale di Nicolò Battaglia
Foto originale di Franco Colla 

 
Webcam Ferrara: www.comune.fe.it ( aggiornamento ogni 2 minuti )

www.comune.fe.it

















Nessun commento:

Posta un commento